15 maggio 2022

Multa in un parcheggio a pagamento: cosa fare

E' estremamente facile ricevere una multa per un parcheggio non pagato: ecco cosa fare quando succede.

Per gli automobilisti le insidie sono sempre dietro l’angolo, e per evitarle è necessario rispettare il Codice della Strada alla lettera e in modo meticoloso. In caso contrario, il rischio di incorrere in sanzioni è molto elevato, e può sopraggiungere in qualsiasi situazione e in qualsiasi luogo, ad esempio un parcheggio.

Se non si presta attenzione, si è troppo frettolosi o si sottovalutano le normative vigenti, è estremamente facile ricevere una multa per un parcheggio non pagato, per aver lasciato scadere il ticket o il disco orario, o ancora per non essersi accorti della presenza di strisce blu che delimitano lo stallo al posto delle classiche bianche. In base alle diverse circostanze che si possono verificare, le sanzioni sono differenti, ma in certi casi è anche possibile richiederne l’annullamento tramite un ricorso. Di seguito vedremo proprio nel dettaglio di quali frangenti stiamo parlando, vedremo dove si paga una multa per il parcheggio e anche come contestare una multa per un parcheggio a pagamento non adempiuto.

Partiamo ovviamente dal presupposto che l’azione fondamentale da compiere per evitare di dover versare un’ammenda pecuniaria è quella di pagare il ticket dopo aver parcheggiato il veicolo. Infatti, ogni volta che si decide di depositare la propria auto all’interno di uno stallo contrassegnato dalle linee blu, è necessario corrispondere una somma al comune determinata in modo preciso da una tariffa prefissata, eccezion fatta per casi particolari per i quali sono previste delle esenzioni o degli esoneri. Ad esempio, in certi casi l’amministrazione prevede il pagamento del posteggio durante la settimana, ma non nel corso della giornata di domenica, oppure l’obbligo vige solo in determinate fasce orarie. A parte questi casi, comunque, la regola prevede il versamento della somma e la successiva esposizione del ticket sul cruscotto della macchina, in modo che sia perfettamente visibile alle Forze dell’Ordine in caso venga effettuato un controllo. Se il conducente non effettua questi passaggi, rischia di andare incontro a una sanzione amministrativa.

Per quanto concerne invece la questione della possibilità di fare ricorso per ottenere l’annullamento della multa, le condizioni necessarie affinché ciò sia attuabile non comprendono soltanto errori formali (ad esempio errori nella compilazione di un verbale), ma anche sbagli che sono stati commessi nel momento stesso in cui le strisce blu sono state tracciate. Di seguito approfondiremo nel dettaglio questo discorso.

Su MiaCar.it ti guidiamo nella scelta delle migliori offerte auto online, siano esse vetture nuove, auto km 0 o macchine usate, ma vogliamo anche affiancarti in tutti gli aspetti della tua vita da guidatore.

LE OFFERTE DEL MOMENTO

Lancia Ypsilon 1.2 Gold 69cv Bianco Neve Usato Garantito
Usato Garantito
Lancia
Ypsilon

1.2 Gold 69cv

50.450 km - Marzo 2017
Benzina - Manuale

11.175€
15.190€
Chiavi in mano
risparmi
30%
Distanza: Scopri
ID: 580C985
Hyundai Kona 1.6 CRDI 115 CV Comfort Chalk White Usato Garantito
Usato Garantito
Hyundai
Kona

1.6 CRDI 115 CV Comfort

53.400 km - Aprile 2019
Diesel - Manuale

17.520€
22.600€
Chiavi in mano
risparmi
25%
Distanza: Scopri
ID: HS0C9SH
Fiat 124 Spider 1.4 m-air Anniversary Grigio Usato Garantito
Usato Garantito
Fiat
124 Spider

1.4 m-air Anniversary

66.950 km - Febbraio 2017
Benzina - Manuale

22.860€
33.000€
Chiavi in mano
risparmi
33%
Distanza: Scopri
ID: RP0C9PR
Lancia Ypsilon 1.0 FireFly 5 porte S&S Hybrid Alberta Ferretti Nero Vulcano Usato Garantito
Usato Garantito
Lancia
Ypsilon

1.0 FireFly 5 porte S&S Hybrid Alberta Ferretti

5.200 km - Novembre 2021
Ibrido/Elettrico - Manuale

17.025€
19.365€
Chiavi in mano
risparmi
15%
Distanza: Scopri
ID: YR0C9RY
Fiat 500e Action ocean green Km 0
Km 0
Fiat
500E

Action

Km 0 - Aprile 2022
Ibrido/Elettrico - Automatico

23.100€
28.700€
Chiavi in mano
risparmi
21%
Distanza: Scopri
ID: CS0C9SC
Mercedes GLA 200 Premium auto Bianco Polare Usato Garantito
Usato Garantito
Mercedes
Gla

200 Premium auto

38.100 km - Luglio 2020
Benzina - Automatico

32.515€
43.082€
Chiavi in mano
risparmi
26%
Distanza: Scopri
ID: PQ0C9QP
Peugeot 308 BlueHDi 100 S&S SW Active Grigio Artense Usato Garantito
Usato Garantito
Peugeot
308

BlueHDi 100 S&S SW Active

79.700 km - Maggio 2018
Diesel - Manuale

14.835€
25.400€
Chiavi in mano
risparmi
44%
Distanza: Scopri
ID: 4J0CSJ4
Toyota Yaris 1.0 Active Deep Silver Met Km 0
Km 0
Toyota
Yaris

1.0 Active

Km 0 - Aprile 2022
Benzina - Manuale

17.780€
19.800€
Chiavi in mano
risparmi
13%
Distanza: Scopri
ID: N60CU6N
MG ZS 1.5 VTi-tech Comfort Hoxton Orange Da immatricolare
Da immatricolare
Mg
Zs

1.5 VTi-tech Comfort


Benzina - Manuale

14.990€
15.990€
IPT esclusa
risparmi
6%
Distanza: Scopri
ID: 920C829
Lancia Nuova Ypsilon 1.0 FireFly S&S Hybrid Silver 5p.ti Nero Vulcano Km 0
Km 0
Lancia
Nuova Ypsilon

1.0 FireFly S&S Hybrid Silver 5p.ti

Km 0 - Aprile 2022
Ibrido/Elettrico - Manuale

14.940€
16.900€
Chiavi in mano
risparmi
14%
Distanza: Scopri
ID: 460C964
Seat Arona 1.0 tgi FR 90cv Rosso Intenso Usato Garantito
Usato Garantito
Seat
Arona

1.0 tgi FR 90cv

34.600 km - Agosto 2020
Benzina/Metano - Manuale

18.690€
25.470€
Chiavi in mano
risparmi
29%
Distanza: Scopri
ID: YG0CSGY
Fiat Tipo 1.0 SW City Life Blu Mediterraneo Km 0
Km 0
Fiat
Tipo

1.0 SW City Life

Km 0 - Settembre 2021
Benzina - Manuale

19.570€
24.770€
Chiavi in mano
risparmi
24%
Distanza: Scopri
ID: 3L0C8L3
Volkswagen Up! 1.0 5p. eco move up! BlueMotion Technology Nero Perla Km 0
Km 0
Volkswagen
Up!

1.0 5p. eco move up! BlueMotion Technology

Km 0 - Settembre 2021
Benzina/Metano - Manuale

15.086€
19.505€
Chiavi in mano
risparmi
25%
Distanza: Scopri
ID: 8C0CRC8
Fiat 500X 2.0 MultiJet 140 CV AT9 4x4 Cross Plus Rosso Passione Usato Garantito
Usato Garantito
Fiat
500X

2.0 MultiJet 140 CV AT9 4x4 Cross Plus

79.200 km - Gennaio 2017
Diesel - Automatico - 4x4

19.160€
31.470€
Chiavi in mano
risparmi
41%
Distanza: Scopri
ID: J90CR9J
BMW Serie 3 318d Touring Luxury Platinium Silver Usato Garantito
Usato Garantito
Bmw
Serie 3

318d Touring Luxury

78.900 km - Giugno 2016
Diesel - Automatico

20.800€
52.540€
Chiavi in mano
risparmi
62%
Distanza: Scopri
ID: SK0C7KS
Volvo V40 1.6 d2 Summum raw copper Usato Garantito
Usato Garantito
Volvo
V40

1.6 d2 Summum

67.800 km - Gennaio 2013
Diesel - Manuale

16.685€
35.550€
Chiavi in mano
risparmi
55%
Distanza: Scopri
ID: RN0C7NR
Subaru Impreza 2.0i Lineartronic MHEV Premium Crystal White Pearl Da immatricolare
Da immatricolare
Subaru
Impreza

2.0i Lineartronic MHEV Premium


Ibrido/Elettrico - Automatico - 4x4

30.200€
36.800€
IPT esclusa
risparmi
18%
Distanza: Scopri
ID: WN0CNNW
BMW X5 xdrive30d Business 258cv auto Saphirschwarz Usato Garantito
Usato Garantito
Bmw
X5

xdrive30d Business 258cv auto

56.000 km - Giugno 2018
Diesel - Automatico - 4x4

51.000€
101.150€
Chiavi in mano
risparmi
51%
Distanza: Scopri
ID: YQ0CPQY
Fiat Panda 1.3 mjt 16v 4x4 s&s 95cv Blu Mediterraneo Usato Garantito
Usato Garantito
Fiat
Panda

1.3 mjt 16v 4x4 s&s 95cv

61.000 km - Luglio 2016
Diesel - Manuale - 4x4

17.370€
19.850€
Chiavi in mano
risparmi
15%
Distanza: Scopri
ID: VT0CRTV
Mitsubishi Outlander 2.4 MIVEC 4WD PHEV Instyle Plus Titanium Grey Km 0
Km 0
Mitsubishi
Outlander

2.4 MIVEC 4WD PHEV Instyle Plus

Km 0 - Dicembre 2020
Ibrido/Elettrico - Automatico - 4x4

41.550€
52.200€
Chiavi in mano
risparmi
22%
Distanza: Scopri
ID: NU0BTUN
Mercedes Classe C SW 220 d Executive auto Argento Iridio Usato Garantito
Usato Garantito
Mercedes
Classe C

SW 220 d Executive auto

53.000 km - Giugno 2017
Diesel - Automatico

27.670€
46.167€
Chiavi in mano
risparmi
42%
Distanza: Scopri
ID: 330CU33
Lancia Nuova Ypsilon 0.9 Ecochic Metano Silver 70cv Nero Vulcano Km 0
Km 0
Lancia
Nuova Ypsilon

0.9 Ecochic Metano Silver 70cv

Km 0 - Luglio 2021
Benzina/Metano - Manuale

15.750€
19.650€
Chiavi in mano
risparmi
22%
Distanza: Scopri
ID: FH0C7HF
Suzuki Vitara 1.4 boosterjet S s&s 4wd allgrip auto Grigio Londra Usato Garantito
Usato Garantito
Suzuki
Vitara

1.4 boosterjet S s&s 4wd allgrip auto

61.150 km - Settembre 2017
Benzina - Automatico - 4x4

22.190€
29.400€
Chiavi in mano
risparmi
27%
Distanza: Scopri
ID: FM0C9MF
Citroen C3 Aircross PureTech 110 S&S Shine Night Black Km 0
Km 0
Citroen
C3 Aircross

PureTech 110 S&S Shine

Km 0 - Maggio 2022
Benzina - Manuale

21.970€
23.800€
Chiavi in mano
risparmi
10%
Distanza: Scopri
ID: BY0CUYB

Multa parcheggio a pagamento: i casi in cui fare ricorso

In linea generale, l’ammontare della multa ottenuta in un parcheggio a strisce blu è pari a 41 euro, che però può scendere se il pagamento avviene entro 5 giorni da quando è stata ricevuta la notifica. In questo caso, si può beneficiare di una riduzione del 30% della somma dovuta, che scende così a 27,80 euro. Il pagamento può essere effettuato in diverse modalità, ad esempio tramite contanti, carta di credito, bonifico bancario intestato al comune o PagoPa. È possibile recarsi direttamente in banca, in posta, agli uffici della Polizia Municipale, ma anche nelle ricevitorie Sisal convenzionate o presso le tabaccherie autorizzate. Si può scegliere la soluzione più comoda, esattamente come per tutti gli altri tipi di multe.

Tuttavia, come accennavamo in precedenza, esistono anche delle evenienze in cui non è detto che il conducente debba versare la somma, pertanto fare ricorso non solo è legittimo, ma può anche comportare l’annullamento della sanzione. Ora vediamo singolarmente questi casi peculiari.

Multa al parcheggio per ticket scaduto

Il primo caso che prendiamo in esame è quello in cui il conducente, dopo aver parcheggiato la sua auto in un apposito posteggio blu, paga il ticket, lo appoggia sul cruscotto della vettura e, a causa di un imprevisto, non riesce a rimuoverla rispettando l’orario riportato sul talloncino, che coincide con il termine della sosta consentita. Se ciò avviene, e la macchina si trova ancora ad occupare uno stallo che dovrebbe lasciar libero in quanto il tempo è scaduto, il guidatore rischia la multa.

Dal momento che tutto ciò avviene per via di un inconveniente, sorge spontaneo un dubbio: è possibile richiedere l’annullamento della sanzione, o almeno pagare solo la parte eccedente il tempo massimo consentito? Purtroppo, al giorno d’oggi ciò non è possibile, in quanto la Corte di Cassazione ha stabilito la legittimità della sanzione prescritta in presenza di ticket scaduto. Contrariamente, in passato il Ministero dei Trasporti non considerava violazione del Codice della Strada sostare oltre il termine riportato sul talloncino, pertanto l’automobilista aveva la possibilità di opporsi alla multa per parcheggio scaduto, rivolgendosi al Prefetto o al Giudice di Pace.

Multa in parcheggio per assenza del ticket pagato

Un caso alternativo riguarda quello in cui, dopo aver pagato il parcheggio, ci si lascia cogliere dalla fretta o ci si distrae, e ci si dimentica di esporre il ticket sul cruscotto della vettura. Dal momento che ci troviamo in assenza di una precisa normativa che disciplini e regolamenti l’esatta modalità di collocazione del biglietto, in questo caso non dovrebbe essere possibile multare l’automobilista. Egli quindi può tranquillamente e in pieno diritto presentare ricorso, se in grado di dimostrare di aver pagato correttamente la sua sosta.

D’altro canto, non è nemmeno possibile accusare l’operatore delle Forze dell’Ordine che ha emesso la sanzione di distrazione, data la mancanza del ticket. Pertanto, le spese processuali rimangono a carico di chi presenta ricorso, che deve versare un contributo unificato dal valore pari a 43 euro, che si attesta come superiore al valore della multa stessa se venisse pagata secondo le tempistiche corrette. Inoltre, non sempre il gioco vale la candela, dal momento che le colonnine adibite alla stampa del ticket rilasciano un biglietto che reca la data e l’ora, e non riportano la targa della vettura in questione. Perciò è molto difficile, per il proprietario, dimostrare l’avvenuto pagamento.

Multa per mancanza di parcheggi gratuiti nelle vicinanze

Abbiamo anche il caso in cui ci si trova costretti a depositare la macchina in un parcheggio custodito, o comunque a pagamento, dopo aver girato in lungo e in largo e aver scandagliato tutti quelli nelle immediate vicinanze senza aver trovato uno stallo gratuito. A tal proposito, vale la pena chiamare in causa il Codice della Strada, che all’articolo 7, comma 8, parla chiaro. Questo passo stabilisce, infatti, che il comune debba predisporre, accanto alle aree che decide di destinare a parcheggi a pagamento o dotati di dispositivi che controllino il periodo di sosta, anche delle aree in cui il posteggio sia libero, non custodito, e gratuito, senza tali dispositivi.

Questo punto non è cambiato nel corso degli anni, poiché anche la Corte di Cassazione definisce illegittima una sanzione attribuita a un conducente che posteggia in un parcheggio blu non potendo contare su stalli delimitati da strisce bianche nelle vicinanze, che si tratti di parcheggi con dischi orari o completamente gratuiti. Pertanto, in queste circostanze è possibile presentare ricorso, allegando una mappa e anche delle foto scattate nella zona in questione. Occorre però prestare attenzione all’effettiva possibilità di attuare questo processo: infatti la multa non è contestabile se il parcheggio si trova all’interno di una zona a traffico limitato, di un’area pedonale o di una zona di importanza urbanistica.

Non solo, ma oltre ad essere presenti dei parcheggi gratuiti o che prevedano il disco orario nelle immediate vicinanze di quelli a pagamento, questi due tipi di posteggi devono anche essere più o meno equivalenti in termini di estensione. Se l’equilibrio non è bilanciato correttamente, ma risulta una sproporzione tra le strisce blu e quelle bianche in favore delle prime, chiaramente la difficoltà di trovare un parcheggio gratuito aumenta, e in tal caso aumentano le probabilità che il ricorso venga accolto con esito positivo. Occorre comunque richiedere prima agli uffici comunali di rilasciare al guidatore la mappa ufficiale con la distribuzione dei parcheggi all’interno del comune.

Multa in assenza di bancomat

Un’altra situazione che talvolta può verificarsi è quella di rendersi conto, soltanto dopo aver parcheggiato ed essersi recati all’apposita colonnina, magari dopo aver faticato a trovare uno stallo libero, che non viene fornita la possibilità di effettuare il pagamento della sosta tramite carta di credito o prepagata. Se non si è provvisti di monetine, o si va di fretta, può capitare che si decida di lasciare la vettura in sosta senza aver pagato il posteggio. Se al ritorno si trova una multa sul parabrezza, anche in tal caso è possibile fare ricorso, ma a una condizione: è necessario dimostrare che, al momento in cui si è rivelato necessario effettuare il pagamento in contanti, il conducente non ne aveva con sé, e di conseguenza non ha potuto pagare.

Multa per parchimetro non funzionante

Un caso completamente diverso, invece, riguarda l’automobilista che si trova in presenza di una colonnina rotta. In tal caso, non è legittimo sentirsi esonerati dal pagamento della sosta, piuttosto il proprietario del veicolo ha il dovere di cercare la colonnina più vicina per effettuare lì il pagamento del ticket. In alternativa, dovrà cercare parcheggio in un’altra area. L’eccezione che ammette la possibilità di presentare ricorso è l’evenienza in cui tutte le colonnine presenti un quel punto siano fuori uso. In ogni caso, occorre presentare le foto delle macchinette guaste, oppure fornire delle testimonianze a riguardo.

È importante ricordare, inoltre, che quando si decide di fare ricorso per ottenere l’annullamento della multa, bisogna muoversi tempestivamente, così da poter agire entro i 30 giorni dalla data segnata sulla notifica del verbale, in caso si opti per il Giudice di Pace, e non oltre i 60 giorni, se ci si rivolge al Prefetto.

Multa in parcheggio a strisce blu non sempre visibili

Infine, similmente a quanto accennavamo in precedenza riguardo l’equilibrio e la proporzione corretta che devono sussistere tra stalli blu e bianchi, un ultimo caso in cui è possibile richiedere l’annullamento della multa per mancato pagamento del parcheggio riguarda un altro tipo di errore di progettazione delle strisce blu. Ad esempio, può talvolta capitare di incappare in stalli che si trovano a cavallo con una parte di carreggiata. In queste situazioni, il parcheggio non pagato è destinato ad andare incontro all’accoglienza del ricorso.

Il principio in base al quale ciò avviene riguarda il concetto alla base dell’idea di parcheggio, che per sua stessa definizione non deve impedire, ostacolare né rendere difficoltosa in alcun modo la circolazione dei mezzi, secondo quanto stabilito dal Codice della Strada, all’articolo numero 7, comma 6. Secondo quanto possiamo leggere in sua corrispondenza, il parcheggio deve consentire la sosta delle auto in una collocazione che sia al di fuori della carreggiata, senza creare problemi alla viabilità e allo scorrimento del traffico.

Inoltre, è fondamentale che le strisce blu siano sempre ben visibili, in modo chiaro e inconfondibile, in ogni situazione. Tuttavia, se si decide di contestare una multa per un parcheggio in strisce blu servendosi di questa motivazione, occorre essere cauti, dal momento che non in tutti i casi è considerata attendibile. Infatti, la stragrande maggioranza delle volte, un parcheggio a pagamento non è isolato, ma fa parte di un’area che conta diversi posteggi analoghi adiacenti o consecutivi. Pertanto, sebbene la presenza o meno di strisce blu possa essere poco chiara, è facilmente intuibile la presenza di uno stallo soggetto a ticket.

PARLA CON UN ESPERTO